REVIEW PARTY! “Un maledetto lieto fine” di Bianca Marconero edito da @NewtonCompton

Buongiorno lettori!

51smku-ubml._sx313_bo1204203200_

Titolo: “Un maledetto lieto fine”
Autore: Bianca Marconero 
Genere: Romanzo rosaDISPONIBILE IN CARTACEO E EBOOK

Trama:

“Agnese ha diciannove anni, è la figlia di un senatore piuttosto influente e ha ricevuto un’educazione rigida. Le piace disegnare ma ha messo i sogni nel cassetto e si è iscritta a Giurisprudenza. Dopo la morte della madre, ha imparato a nascondere a tutti i suoi veri sentimenti ed è diventata la classica ragazza ricca, perfetta, composta e fredda, ma in realtà piena di insicurezze. Quando la sua incapacità di lasciarsi andare allontana il ragazzo di cui è innamorata da anni, Agnese capisce di avere bisogno di aiuto. Vorrebbe qualcuno che le insegni a essere meno impacciata e Brando, il suo fratellastro appena acquisito, sembra proprio la persona giusta. Lui lavora di notte, suona in una band, e cambia ragazza ogni sera. Peccato che il bacio che i due si scambiano per “prova” sia lontano anni luce da un esercizio senza conseguenze. Così le loro lezioni di seduzione ben presto diventano qualcosa di più… Brando saprà insegnare ad Agnese che la lezione più importante di tutte è abbandonarsi alle emozioni?

 

VOTO: 4,75/5

 

 

Agnese e Brando sono i classici opposti che, complice un bacio, diventano due magneti che non riesci a dividere. Agnese è una ragazza nata nella ricchezza e ha imparato l’arte di nascondere i propri sentimenti agli occhi del mondo che la circonda. Brando è un “debosciato” , come lo chiama Agnese. Lui è un ragazzo cresciuto cavandosela da solo e si fa guidare dal cuore più che dalla ragione. 

Da quel bacio, scambiatosi per “imparare”, si scatenerà l’imprevedibile e porterà i due a procurarsi così tante ferite da non aver tempo di guarire dalla ferita precedente. 

 

Questo libro di Bianca Marconero mi ha stupito tantissimo e lo ha reso il migliore dei suoi libri che ho letto fino ad ora. In questo libro troviamo una storia completamente diversa dal solito. Troviamo due personaggi ventenni che si atteggiano ad adulti, ma con atteggiamenti ancora immaturi. Due personaggi complessi, pieni di sfaccettature e di segreti, che li hanno resi così veri e così reali da farmi appassionare a loro due in modo veloce e doloroso. Una storia che di felice e spensierato ha ben poco, ma che la rende una storia degna di essere letta. 

Questa volta di lieto c’è ben poco. Non è facile vedere Agnese così rigida e così dedita a soddisfare le aspettative paterne. Un padre più dedico all’apparenza che alle emozioni. Non è stato facile vedere Brando e tutti i suoi sforzi per aiutare sua madre Isabella, matrigna di Agnese, dal controllo del patrigno. 

 

Questa volta Bianca Marconero lascia le tinte spensierate e leggere dei romanzi osa, per avventurarsi nell’amarezza e durezza dell’amore sofferto. Una storia che dimostra quanto questa autrice sia capace di superare se stessa e di scrivere un libro profondo e dalle tinte buie. Dei libri di Bianca Marconero apprezzo sempre che affrontino temi piuttosto spigolosi e che lo faccia sempre in modo diretto. L’atteggiamento del padre di Agnese è nocivo per Agnese stessa, ma lo è anche per Isabella. Quest’ultima, già con una salute precaria, viene messa a dura prova, sia sul piano fisico che emotivo, dagli atteggiamenti e pretese di un marito che mette se stesso e la sua immagine davanti a tutti. Altra cosa che apprezzo in questi libri sono i personaggi secondari, cioè gli amici dei due protagonisti. Se di solito li adoro tutti indistintamente, questa volta parteggio per quelli di Brando perchè quelli di Agnese, specialmente i maschi, li avrei presi a badilate sui denti. 

Ora arrivo alla nota spigolosa, cioè perchè il voto non è un 5/5, come le altre volte. Questa volta è il finale che mi ha lasciato senza parole e sofferente. Un finale che, appena letto, mi ha fatto scrivere a Bianca un insulto, al finale e non a lei. Un finale che poteva essere diverso ma, a mente fredda e come mi ha anche confermato lei stessa, non poteva essere diverso. Un finale che regala una speranza a noi lettori di poter rivedere ancora Agnese e Brando in un futuro (Si, Bianca, li rivoglio!).

 

Perchè ve lo consiglio? Vi ricordo sempre che io non leggo mai romance e, se riesco ad amare io questo libro, potete farlo anche voi. Un libro che mostra una Bianca diversa, più matura nel suo stile e nell’aver creato una storia più crudele e amara delle altre. Una storia che ti entra dentro e che non puoi evitare che accada. Riesci a comprendere, magari anche a fatica, le decisioni prese dai protagonisti. Ami tutti i loro lati, quelli belli e quelli brutti. Ami le loro imperfezioni sin dal primo momento. Ami come non si giudicano, ma come si accettano senza ripensamenti.

Bianca Marconero è la mia Agatha Christie del romance. Se Agatha Christie è una garanzia nei libri gialli e puoi leggere tutti i suoi libri senza leggere la trama, con Bianca Marconero puoi fare lo stesso perchè sai che di lei ti puoi fidare.

 

Grazie mille a Cris di Chronicles of a Bookaholic perchè, senza di lei, non avrei scoperto Bianca e non mi sarei ricreduta sui libri romance.

Annunci

2 pensieri su “REVIEW PARTY! “Un maledetto lieto fine” di Bianca Marconero edito da @NewtonCompton

    1. Airals Books

      Anche io, ma dopo che mi sono calmata. Il primo impatto è che mancavano delle pagine perchè non poteva finire così. Dopo ho analizzato il tutto e ho trovato che il finale era perfetto e che i due hanno ancora della strada davanti

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...