Libri

RECENSIONE! “Per lanciarsi dalle stelle” di Chiara Parenti edito da Garzanti

Buongiorno lettori!

41uwliclrjl-_sx320_bo1204203200_

Titolo: “Per lanciarsi dalle stelle”
Autore: Chiara Parenti
Genere: Narrativa

DISPONIBILE IN CARTACEO E EBOOK

Trama:

“Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre”. Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di ripartire per Parigi, subito dopo l’unico litigio della loro vita. Quel litigio di cui Sole si pentirà per sempre, perché non rivedrà mai più Stella, la persona più importante per lei. Sole non smette di guardare quel foglio perché, anche se ha solo venticinque anni, non c’è nulla di più difficile per lei che superare le proprie paure. Sa che, se le tiene strette a sé, non c’è nulla da rischiare: il lavoro sicuro per cui ha rinunciato al sogno di fare l’università; il primo bacio mai dato perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Ma ora Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una paura alla volta: dal lanciarsi con il paracadute al salire sulle montagne russe; dall’attraversare un bosco sotto il cielo stellato al fare un viaggio da sola a Parigi. Giorno dopo giorno, scopre il piacere dell’imprevisto e dell’adrenalina che le fa battere il cuore. A sostenerla c’è Samanta, un’adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa. Rivedendosi in lei, Sole prova a smuovere la sua insicurezza e a insegnarle ciò che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, singolo, magnifico istante senza di essa. Ma c’è un unico istante che Sole non è ancora pronta a vivere. L’istante in cui deve confessare la verità al ragazzo di cui è da sempre innamorata. Una prova più difficile di tutte le altre. Perché anche l’amore può vestirsi d’abitudine e confondere. E per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco. Perché persino i sogni possono cambiare quando sono solo una favola. Dopo il successo della Voce nascosta delle pietre, Chiara Parenti regala ai suoi lettori un nuovo romanzo che ci insegna a guardare dentro noi stessi. Una storia sull’importanza di assaporare ogni attimo, di non perdere le occasioni della vita. Una storia sull’amicizia che quando è sincera scava dentro anche se fa male. Una storia sul coraggio di guardare oltre la paura per toccare le stelle.

VOTO: 5/5

 

 

Ringrazio Garzanti e Chiara Parenti per avermi permesso di leggere questo libro in cambio di una mia onesta recensione.

 

Questa è la storia di Maria Sole. Una ragazza schiacciata dalle paure che non esce mai dal suo paesino del Molise. Stella, la sua migliore amica dai tempi delle elementari, proverà a spronarla a lasciarsi andare, ma ciò porterà al loro ultimo litigio. Da quel litigio, Stella non tornerà più in Italia. Sole decide di svegliarsi e seguire il consiglio di Stella di buttarsi, anche letteralmente poichè la sua migliore amica le ha regalato un buono per un salto con il paracadute. Da quel giorno, per cento giorni, Sole affronterà le sue paure. Un periodo che porterà Sole, e anche chi le sta vicino, ad affrontare le proprie paure.

“Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi”

Sole potrebbe essere una di noi. Ha paura di uscire dalla sua comfort zone, ha paura di qualsiasi cosa e la sua migliore amica Stella lo sa. Sarà quest’ultima a essere la spinta giusta per dare il via al cambiamento radicale di Sole. Sole lentamente affronterà tutto quello che la fa chiudere in se stessa, scoprendo di essere in grado di affrontare la vita. Non sarà facile questo cambiamento per lei poichè non avrà l’appoggio di sua madre, in quanto anche lei è schiacciata da una paura folle legata al suo passato.

I personaggi intorno a Sole sono coloro che la spronano ad essere se stessa e a realizzare questo pazzo progetto. Samanta, ragazza adolescente e figlia di Serena, collega di Sole, è la versione di Sole da adolescente. Serena è una madre single che ha paura per sua figlia. Patrizia e Giorgio, i genitori di Stella, sostengono in tutto e per tutto Sole, come il loro figlio Massimo. Il padre di Sole è colui che si ritrova tra due donne forti che stanno soffrendo e sa che sua figlia sta facendo la cosa giusta.

Sole si troverà a capire cos’è l’amore. Arriverà a capire quando l’amore è reale e quando è solo idealizzato.

Una storia che conquista il lettore sin dall’inizio. E’ così facile immedesimarsi in Sole e capire quello che sta passando, sia lei che chi le sta intorno. E’ una storia che parla di tutte quelle paure che tutti coviamo dentro di noi. Paura di lanciarsi con il paracadute, paura di deludere, paura dei ragni. Paure che ci possono congelare dove siamo, sia sul posto a livello fisico che nel non progredire nella vita. Paure che ci spingono a rintanarci in un angolo o nella nostra quotidianità, spingendoci a non affrontarle. Con questa storia, ci viene suggerito di lanciarci, di affrontare le cose perchè quello ci aiuterà a crescere per essere più forti.

Chiara Panzuti ha creato un libro che sembra un vestito fatto su misura. Una storia così reale e così vera che è facile ritrovarsi nella storia.

Vi consiglio di leggerlo perchè vi porterà a riflettere e a darvi coraggio. Lo trovo un libro adatto da leggere questa estate sotto l’ombrellone o in vacanza perchè, anche se profondo nel suo messaggio, è una storia appassionante e così scorrevole che lo finirete in poco tempo.

5 pensieri su “RECENSIONE! “Per lanciarsi dalle stelle” di Chiara Parenti edito da Garzanti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...