Libri

RECENSIONE! “Mi vivi dentro” di Alessandro Milan edito da DeA Planeta Libri

Buongiorno lettori!

Questa sarà la recensione più difficile di questo periodo perchè il libro mi ha fatto soffrire, ma l’ho amato dalla prima pagina.

41k84gv94hl-_sx316_bo1204203200_

Titolo: “Mi vivi dentro”
Autore: Alessandro Milan
Genere: Narrativa Contemporanea

DISPONIBILE IN CARTACEO E EBOOK

Trama:

“Tutto comincia alle sei di mattina, in radio, dove due giornalisti assonnati si danno il turno. Lui è appena arrivato e cerca di svegliarsi con un caffè, lei sta correndo a casa dopo aver lavorato tutta la notte. E succede che nella fretta i due si scambiano per errore i cellulari. Si rivedono qualche ora più tardi, e da un dialogo surreale nasce un invito al cinema, poi una mostra, un aperitivo, una gita in montagna. Francesca è bassina, ha i capelli biondi sparati, due occhioni azzurri che illuminano il mondo. È una forza della natura, sempre in movimento, sempre allegra. Alessandro è scherzoso e un po’ goffo, si lascia travolgere da Francesca e dall’amore che presto li lega. E da lei impara, giorno dopo giorno, a vivere pienamente ogni emozione, a non arretrare di fronte alle difficoltà, a capire il significato della resilienza. E così anni dopo, insieme, con il sorriso sulle labbra, si troveranno a combattere la più terribile delle battaglie. Senza arrendersi mai.”

VOTO: 5/5 (Volendo anche di più)

 

Ringrazio il mio istinto per avermi spinto in tutti i modi a comprare questo libro e a leggerlo perchè ho trovato un libro che mi ha rinnovato e mi ha portato a sfidare la mia comfort zone.

Alessandro Milan in questo libro narra quello che è successo prima, durante e dopo il cancro di sua moglie, la scrittrice Francesca Del Rosso, conosciuta anche come Wondy. Conosciamo Alessandro e Francesca pagina dopo pagina. Li consociamo quando erano giovani e lavoravano insieme in radio e li consociamo sempre di più durante la malattia di Francesca.

Un libro che alterna momenti drammatici a momenti esilaranti, rendendolo un libro non troppo doloroso o pesante. Questa è la storia di Francesca, una Guerriera con la G maiuscola che non si è fatta schiacciare dal cancro e ha condotto la sua vita in modo normale, fino a quando ha potuto. E’ anche la storia Alessandro che ha dimostrato di essere un marito che definiremmo “ideale” perchè è sempre stato al fianco di Francesca durante tutta la malattia. Alessandro e Francesca erano una coppia perfetta perchè si equilibrava divinamente. Lei spirito libero ed estroversa, lui più calmo ed introverso. Dove lei mancava in qualcosa, c’era lui che compensava e viceversa.

Questo libro, oltre a celebrare Francesca, è anche un libro che trasmette l’importanza di non arrendersi mai. Che sia una malattia o qualsiasi altra cosa che ci porta a soffrire, bisogna sempre rialzarsi e non lasciarsi sopraffare. Francesca non ha permesso al cancro di condizionare completamente la sua vita. Lei viaggiava, scriveva libri, andava a presentarli, organizzava feste di compleanno memorabili, ma non permetteva a quel mostro di schiacciarla. Quel mostro era lì nella loro vita, una presenza costante che tutti ricordavano, ma che non diventava un motivo di arresa.

La resilienza, in psicologia, è la capacità di affrontare eventi traumatici o le difficoltà in modo positivo, senza distruggere noi stessi. Ecco come reagiva Francesca ed ecco cosa lei ha insegnato ad Alessandro e cosa ha insegnato a me, e ai futuri lettori, questo libro. Francesca era colei che chiamava i farmaci chemioterapici con nomi di bevande in base al colore del farmaco. Dove una cosa era drammatica, lei riusciva sempre a scherzarci sopra o a renderlo meno pauroso, anche se la paura non se ne andava mai.

Un libro che distrugge emotivamente il lettore per portarlo a comprendere completamente questa storia. Una storia non facile da leggere, ma di grande impatto a livello emotivo, ma anche a livello di insegnare qualcosa a quei lettori che non hanno vissuto sulla propria pelle malattie gravi. Vi avviso che vi farà piangere tutte le vostre lacrime e rischierete di piangere anche durante ringraziamenti, come è successo a me. Queste pagine sono un tributo a Francesca e alla resilienza. Affrontiamo il mondo e le difficoltà senza farci schiacciare e con un atteggiamento più positivo che non negativo. Francesca ha portato avanti la sua vita anche con una malattia che l’ha distrutta, dimostrando a tutti che le cose si possono fare.

 

Voglio ringraziare personalmente Alessandro Milan. Non so se leggerà mai questa recensione, ma non importa. Grazie a lui ho conosciuto una donna fantastica. Una donna che dovrebbe essere d’esempio per tutti per come affrontava la vita. Una donna energetica e allegra. Una persona che avremmo bisogno tutti nella nostra vita, anche se è solo di passaggio. Lo ringrazio anche per aver condiviso con tutti noi la sua storia. Ci ha raccontato di Francesca e della loro vita ma, prima di tutto, si è aperto con noi e ci ha raccontato di se stesso, dei suoi pensieri, delle sue angosce e delle sue impressioni. Ha scritto un libro che rimarrà per sempre nel mio cuore e nella mia libreria. Ora vedere le farfalle bianche non è più lo stesso.

Grazie Alessandro e grazie anche a te, Francesca.

 

“Ale, io sto bene. A parte questo ciuffo matto nella testa, tutto è a posto”

4 pensieri su “RECENSIONE! “Mi vivi dentro” di Alessandro Milan edito da DeA Planeta Libri”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...