Libri

“La donna che non poteva essere qui” di Guillaume Musso

Buongiorno lettori!

Oggi sono qui per parlarvi di un libro per bambini e, prima di iniziare, andiamo a scoprire qualcosa su questo libro.

51tqlgtyqel-_sx320_bo1204203200_
Titolo: “La donna che non poteva essere qui”
Autore: Guillaume Musso
Genere: Romanzi rosa
DISPONIBILE IN CARTACEO E IN EBOOK

Trama:

“Juliette pensava di sfondare a Broadway, ma ha deciso di tornare a Parigi. Sam è un pediatra distrutto dal suicidio della moglie. Si incontrano per caso e, per orgoglio, lei finge di essere avvocato, lui felicemente sposato. Nonostante questo, è il colpo di fulmine. Dopo un weekend di folle passione, Juliette decide comunque di tenere fede ai suoi propositi e di partire. Lui corre all’aeroporto per dirle la verità e supplicarla di restare, ma arriva tardi. E, pochi istanti dopo il decollo, l’aereo esplode in volo. Sam è annientato: ha perso per la seconda volta la donna che ama. Fine di una bella storia? No, è solo l’inizio, come scopre lui stesso quando viene avvicinato da una poliziotta dall’aria piuttosto strana.

 VOTO: 3,5/5

Juliette è una spumeggiante ragazza francese approdata in America per sfondare nel mondo del cinema. Quando però il suo piano non si avvera, decide di tornare a casa in Francia. Sam è un pediatra e sta ancora soffrendo per il suicidio di sua moglie. Dopo il loro scontro, i due iniziano a passare insieme gli ultimi giorni di Juliette a New York e si innamorano l’uno dell’altra. Il giorno della partenza, i due innamorati litigheranno a causa di una menzogna di Sam e, poco dopo il decollo, l’ aereo di Juliette esploderà in volo.

Una trama che ti trasmette la sensazione di “Mai una gioia”. Sarà così?

Una trama fitta e intricata che bisogna analizzare l’intero sviluppo della storia per capire lo stile di Musso e cosa ha voluto narrare in questo libro. Inizialmente ci sono solo Sam e Juliette. Andando avanti, si aggiungono personaggi e avvenimenti che ti portano ad allontanarti da questa storia d’amore. Si incontrano elementi soprannaturali che perfino Sam fa fatica a crederci (come io che mi domandavo come questo dettaglio poteva entrare in questa storia d’amore).

Ogni personaggio che compare nella storia può sembrare messo lì a caso per riempirla, ma in realtà ha uno scopo ben preciso. Ogni singola persona, principale, secondaria o comparsa, ha la caratteristica di dare al lettore un tassello in più di questo grande puzzle che è la trama. Unendo piano piano questi pezzi, inizia a comporsi la verità dietro alla storia e perchè la Detective Grace Costello stia importunando Sam.

Juliette è la persona giusta per far ritrovare la felicità a Sam. Gli insegnerà a ritornare se stesso e ad essere spensierato. Gli farà capire che si può essere felice ancora e che si può trovare l’amore.

Un libro che si compone parola dopo parola e che riesce a confondere il lettore. Mentre leggevo mi domandavo il perchè di un determinato avvenimento o perchè la storia si era concentrata su altri personaggi e non più su Sam e Juliette. Penso che l’espediente utilizzato da Musso fosse quello di arrivare al finale dopo averci fatto fare un giro lunghissimo. Alla fine possiamo apprezzare il finale solo se comprendiamo il viaggio. Ponendo così la faccenda, il libro prende una piega diversa. Conosci i personaggi, cosa li lega tra loro, perchè si sono incrociati e fin dove sono disposti ad arrivare per le persone che amano veramente. Sfidano i loro limiti, le loro convinzioni e loro stessi pur di afferrare quello che vogliono. Arrivano anche a capire che, se anche ti dovessero ordinare di fare una cosa e tu non sei d’accordo, puoi non farla. Secondo questa storia, il nostro destino è già stato stabilito, come asserisce Grace Costello, ma se potessimo cambiarlo? Se riuscissimo a dare la nostra impronta al nostro destino? Possiamo farlo solo se vogliamo.

Ve lo consiglio? Si. Se volete un libro che vi tenga compagnia, questo è bello. Una storia d’amore incredibile e inaspettata che fa tornare dolce anche chi pensa di non meritarsi nulla dalla vita poichè ormai questa lo ha ferito abbastanza. Ha personaggi con collegamento così profondo e invisibile che bisogna affrontare l’intero libro per poterla conoscere. Quasi come un filo invisibile che li tiene uniti a loro insaputa e saremo noi a capirlo prima di loro e a interpretare i segni nascosti di ogni singolo episodio.

2 pensieri su ““La donna che non poteva essere qui” di Guillaume Musso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...