Libri

BLOG TOUR! “Gli eroi perduti – Le mura di Cartavel” | Sul monte Olimpo, attraverso le divinità Book Tag

Buongiorno lettori!

Come state? Oggi ho l’onore di parlarvi di una nuova uscita targata Piemme e di portarvi una tappa divertente. Prima di aprire le danze con la tappa, andiamo a scoprire insieme il libro.

51necy8pq5l-_sx331_bo1204203200_

Titolo: “Gli eroi perduti – Le mura di Cartavel”

Autore:  Simone Laudiero

Genere: Fantascienza, Ragazzi

Casa Editrice: Piemme

Pagine: 312

Prezzo: 6,99€ Ebook / 16€ Cartaceo

Data di uscita: 17 Aprile 2018

Trama: 

C’è un canto che risuona da millenni nei paesi affacciati sulla Croce Azzurra. È Il lamento degli Eroi Perduti, i paladini che hanno sconfitto le creature venute dal mare dando origine all’Era degli Uomini.
Ora le stesse terre salvate dagli eroi sono sotto il dominio di una terribile potenza: Sarmora, che ha creato uno sterminato impero grazie all’itri, una sostanza capace di rendere invincibili in battaglia. Solo Cartavel separa Sarmora dalla conquista del grande mare di mezzo, eppure la città resiste, protetta dalle sue mura inespugnabili. Inutili sono gli assalti della flotta sarmoriana, che da due anni la cinge d’assedio e che ora ripone le ultime speranze nell’Isola di Ferro, la più spaventosa nave da guerra mai costruita. Quando il varo è alle porte, però, voci di un imminente sabotaggio minacciano la riuscita dell’impresa. Sarà la coraggiosa e ingenua Rovaine a doverlo sventare, in una missione in cui il suo destino si intreccerà a quello di altri inconsapevoli eroi…

 

E’ disponibile anche il prequel di questo libro, “Gli eroi perduti – Ronac e Raila”, al prezzo ebook di 0,99€ (Link Amazon)

Prima di passare all’argomento della tappa, vi lascio il calendario di questo blog tour.

Calendario Eroi

Libro fatato | Leggere per sognare | Chronicles of a Bookaholic |
La collezionista di Fandom | Non solo libri 

 

Ora passiamo alla mia tappa che, come avrete visto nel titolo nel post, consiste in un book tag sulle divinità dell’Olimpo.

 

 

 

CHAOS: IL NULLA DA CUI TUTTO PROVIENE.

La prima serie di cui ti sei innamorata.

efcf1b4d-079f-49c6-8ac0-cb103df6923c

 

A questa domanda non posso non rispondere con Harry Potter. Penso sia la prima serie di cui mi sono veramente innamorata e poi ne sono arrivate altre, ma questa è la più importante.

 

 

 

GEA: MADRE DEI TITANI.

Il libro che nonostante gli anni rileggi volentieri.

51nttnnu0cl-_sx352_bo1204203200_

 

Diciamo che io sono una lettrice che difficilmente rileggo i libri perchè tendo sempre a passare al successivo e poi ne ho così tanti da leggere che rischierei di non smaltire più la mia TBR. Non posso rispondervi ancora con Harry Potter perchè sarei monotematica, perciò ho scelto una graphic novel che rileggerei molto volentieri che è “Il cuore dell’ombra” di Laura Iorio, Roberto Ricci e Marco D’Amico.

 

 

 

TARTARO: DIO OSCURO.

Un libro o una serie che hai sopravvalutato.

51dlhzmlv9l-_sx322_bo1204203200_

 

Onestamente non saprei cosa rispondervi perchè non me ne viene in mente una immediatamente ma, tra quelle lette, direi la saga di “Fallen di Lauren Kate. Scelgo questa perchè non mi hanno colpito moltissimo e, infatti, non ricordo più nulla della storia.

 

 

 

 

ZEUS: RE E PADRE DEGLI DEI.

Il primo libro che ti ha fatto diventare lettrice.

51wytx1defl-_sx332_bo1204203200_

 

Da piccola leggevo pochissimi libri e non mi ricordo quali titoli avevo letto, ma quel libro che mi ha fatto iniziare a leggere così tanto è stato sicuramente “Dieci piccoli indiani” di Agatha Christie che ho letto ormai dieci anni fa. Da quel libro ho iniziato a leggere un sacco e non mi sono ancora fermata.

 

 

 

POSEIDONE: IL DIO DEL MARE

Un libro che parla di creature o ambientazioni acquatiche.

32872733

 

Domanda che mi ha mandato in crisi nera perchè non mi veniva in mente nessun libro. Spulciato Goodreads e nessuna idea ancora, ma la libreria mi è venuta in aiuto. Guardando i vari titoli, tra graphic novel e libri in italiano o in inglese, mi è saltata all’occhio la graphic novel “Il porto proibito” di Stefano Turconi e Teresa Radice che è proprio ambientata tra la terra ferma e un veliero.

 

 

 

ESTIA: DEA DELLA CASA

Un libro che leggeresti a tua figlia o a tuo figlio.

34446783

 

Senza ombra di dubbio i libri che leggerei ai miei figli, sia che siano maschi e sia che siano femmine, è “Storie della buonanotte per bambine ribelli” di Elena Favilli e Francesca Cavallo perchè sono libri che insegnano molto, sia alle ragazze che ai ragazzi.

 

 

 

 

ERMES: MESSAGGERO DEGLI DEI

Un libro che ti ha fatto venir voglia di fare altro

51-1akwhzhl-_sx345_bo1204203200_

Onestamente non so che cosa intendano con questa domanda perchè è abbastanza generica, perciò ho voluto intenderla come quel libro che mi ha spinto ad allontanarmi da un determinato genere. Non ce ne è uno specifico perchè penso che sia stato più una mia noia personale, ma il contibuto al mio allontanamento alle romance è stato anche opera di “50 sfumeture di grigio” di E. L. James. Ripeto, non è colpa sua direttamente, ma penso sia stato una delle ultime romance che ho letto.

 

 

 

ERA: MOGLIE DI ZEUS E REGINA VENDICATIVA

Un libro che ti ha segnato interiormente

w_home_book

 

Sarò ripetitiva, lo so, ma è quello che mi ha segnato e insegnato più di ogni altra cosa. Quello che ha insegnato, ovvero usare la gentilezza, non è facile da applicare in un mondo come quello di adesso dove la gentilezza viene abbandonata per usare l’aggressività o la prepotenza. Il libro è “Wonder” di R. J. Palacio che va letto o che va visto il film.

 

 

 

EFESTO: DIO DEL FUOCO

Un libro passionale

51amsykpgol

 

Ne ho scelto uno che è una lettura fresca ed è uscito giovedì scorso. Non è solo una romance, e quindi la passione c’è per forza, ma è anche intriso di passione per i cavalli della protagonista, tanto da renderla una professione e votarsi a loro. Questa protagonista fenomenale è Elisa di “Un altro giorno ancora”di Bianca Marconero.

 

 

 

ADE: DIO DELL’OLTRETOMBA

Un libro che non ti ha suscitato sentimenti

36273804

Generalmente tendo a non terminare quei libri che non mi coinvolgono sin dall’inizio perchè non riesco a terminarli. A volte succede che, intrigata da qualche particolare della storia o curiosa di scoprire una verità, li termino anche se non mi coinvolgono per niente. Questo è il caso di “Tempo da elfi” di Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli.

 

 

 

 

 

 

Spero che vi sia piaciuto questo book tag.

Avete letto qualcuno di questi libri?

Questo blog tour termina qui. Ringrazio le mie colleghe per questa splendida avventura.

Ci vediamo la prossima volta!

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...