Libri

Mini recensioni

Buon pomeriggio belle persone!

In questo post vedrò di recensirvi ben quattro libri per smaltire un po’ le recensioni accumulate in queste due settimane e poi perchè questi libri non saprei bene come parlarvene singolarmente, perciò uno per tutti e tutti per uno, più o meno.

Iniziamo a vedere questi quattro libri. Inizio con i due che erano per la 2017 Ikigai Book challenge che richiedeva una copertina blu e questi due sono quelli scelti dalle fanciulle.

“Insegnami a vedere l’alba” di Josh Sundquist

insegnami-a-vedere-l-alba-josh-sundquist-e1492421959291

Libro che di per sé è carino, ma che non mi ha molto convinto. Non so se nella traduzione abbia perso qualcosa, ma non è stata una storia che mi ha colpito. Forse sono io che gli young adult non li digerisco facilmente e non li digerisco, non lo so. Come storia di per se, questo ragazzo cieco che dimostra di essere in grado di vivere nel mondo normale, mi è piaciuto. Riesce persino a fare il corso di giornalismo e a condurre il notiziario della scuola. Quello che mi stona della storia è il problema di Will con il segreto di Cecily. Lui, da piccolo, ha avuto un amico che si è approfittato del fatto che era cieco per prenderlo in giro. Ora Cecily ha un segreto perchè ciò le ha causato bullismo da parte di alcuni compagni, perciò è difficile per lei parlarne con chiunque. Quello che mi stona è quello. Non ci stava con la storia. Avrei preferito altro per farli litigare, ma non quello.

Trama | Voto: 3/5

 

 

“25 grammi di felicità” di Massimo Vacchetta con Antonella Tomasselli

32934873

Libro che definirei particolare. Racconta la storia di Massimo Vacchetta, veterinario di animali grandi, che si ritrova a prendersi cura di una piccola riccetta di 25 grammi di nome Ninna. Seguiamo come Massimo cambia radicalmente la sua vita per questa riccetta. Da veterinario molto curato nell’aspetto a persona così concentrata sulla Ninna da diventare ansioso. Grazie alla Ninna e a chi lo ha aiutato a prendersi cura di lei, inizia a curare ricci. Ricci che trova, che gli portano, che gli segnalano. Una storia molto carina che a volte, data la presenza di parecchi ricci, mi ha portato a perdermi e a chiedermi dove fosse finito il ricco nominato in un capitolo precedente per poi ritrovarlo il capitolo dopo. Bello, carino, simpatico, trasmette tutta l’ansia di Massimo. L’unica pecca è che ti perdi i ricci nella storia perchè ne arrivano così tanti che rischi di perderti. Leggetelo perchè è veramente dolce e poi si impara molto sui ricci.

Trama | Voto: 3/5

 

Ora passiamo agli altri due.

 

“Dieci piccoli infami” di Selvaggia Lucarelli

35660302

Chiunque di noi ha almeno 10 infami, più o meno, che ha incontrato nella sua vita. Qui Selvaggia Lucarelli parla dei suoi 10. Dai tempi dell’elementari ai giorni nostri. Dalle compagne amiche che ti abbandonano al turista che ti prende in giro. Dal padre quasi molestatore alla suora a capo della scuola. Dieci storie che abbiamo vissuto tutti e che sono rese simpatiche con la solita parlantina di Selvaggia Lucarelli. Forse mi sarei aspettata più Selvaggia Lucarelli nello scritto, nel senso della sua irriverenza giornaliera ma, essendo un libro pubblicato, bisogna censurare per offendere meno persone possibili. Ottima lettura da spiaggia, da tempo libero o da domenica di riposo. Alla fine, tutti abbiamo qualche infame nella nostra vita.

Trama | Voto: 4/5

 

 

“Words in deep blue” di Carh Crowley

32929908

Inizio dicendo che dal 26 settembre sarà disponibile in tutte le librerie con il titolo “Io e te come un romanzo” edito da De Agostini. Storia triste, ma molto molto carina. Per la prima volta è Henry a struggersi perchè la ragazza che ama, le classiche che devono avere quello che vogliono senza guardare in faccia gli altri e che degli altri gli frega ben poco, lo ha lasciato per l’ennesima volta per andare con un altro. Lui è speranzoso che lei torni, anche se tutti gli dicono di no. Rachel, migliore amica di Henry torna dopo tre anni di assenza, ma cambiata per la morte di suo fratello e nessuno lo sa. Henry proverà a riallacciare il suo rapporto con Rachel, anche se troverà un muro davanti a se. Questo rapporto è affiancato da questa libreria di libri di seconda mano amata da parecchie persone, tranne dalla madre di Henry che vuole venderla. La cosa meravigliosa di questa libreria è un angolo dove ci sono libri dove chiunque può leggere, scriverci e lasciarci lettere al prossimo che li leggerà o lasciare lettere per una persona specifica. E’ così che Henry comunica con Rachel e anche la sorella di Henry con un ammiratore misterioso e un nuovo ragazzo desideroso di essere suo amico. Quando uscirà, compratelo. E’ una storia particolare, ma bella. Mi ha colpito nel suo complesso e lo consiglio a chiunque ami gli YA. Cosa particolare è la presenza delle lettere alla fine di quasi ogni capitolo. Leggetelo!

Trama inglese | Trama italiana | Voto: 3.5/5

 

 

Eccoci qua. Siamo giunti al termine. Spero di avervi parlato bene di questi libri. Fatemi sapere se vi sono piaciuti.

3 pensieri su “Mini recensioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...