Libri

“Lezioni di Seduzione” di ( @fallsofarc ) Chiara Venturelli

Titolo: “Lezioni di seduzione”

Autore: Chiara Venturelli

Genere: Romance, New Adult

DISPONIBILE IN EBOOK E CARTACEO.

Trama:30151383

Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la
protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?

 

Inizio ammettendo che sono una di quelle poche persone che non ha mai letto questa storia su Efp ed è la prima volta che ne entra in contatto.

Chiara  ho avuto il piacere di conoscerla qualche anno fa quando abbiamo iniziato a partecipare ad un gruppo di lettura, che piano piano è diventato un gruppo di ben altri fini, oltre alla lettura. Siamo un gruppo di donzelle ben assortito, pronto a raccontare storie ed avvenimenti personali di ogni genere che, grazie alla lettura, si è formato.

Ricordo che quando Chiara ha annunciato che una casa editrice aveva scelto la sua storia per trasformarla in libro e che sarebbe stata la prima ad essere pubblicata, ero così felice e orgogliosa di lei. Finalmente qualcuno aveva riconosciuto il suo talento e lo stava premiando. Perché parlo di talento quando io non avevo letto la storia? Per quello che ho potuto conoscere di lei tramite le chiacchierate, so che quello che aveva creato era degno di essere pubblicato e sapevo che non stavano sbagliando. Non lo dico perché la conosco perché, come vi ripeto, io conosco Chiara via web, perciò non ci consociamo benissimo, ma era il mio istinto a parlare e difficilmente si sbaglia. Insomma, ho ssemplicemente creduto in lei.

La pubblicazione del libro è stato un modo per me per conoscere questi personaggi di cui avevo sentito sempre parlare, soprattutto di sapere cosa avevano in comune un cactus e un reggiseno, e di smetterla di assecondare la mia pigrizia e di muovermi a leggere questa storia.

Chiara ha creato un libro, una storia, superba. E’ una storia che ti accompagna dall’inizio alla fine, senza farti perdere, anzi, ti fa perdere tra le sue pagine talmente tanto che non ti rendi conto del tempo che passa e delle pagine che scorrono. Infatti, l’ho letto in due giorni soltanto ed era da secoli che un libro non mi prendesse talmente tanto da leggerlo così in fretta.Sono avvenimenti rari per me perchè di solito ci metto giorni e giorni a finire un libro, perciò mi congratulo con Chiara per essere riuscita in questa impresa che era da moltissimo tempo che nessun libro era in grado di farlo.

Parliamo ora del libro vero e proprio, che è meglio.

Liz e Jack sono i nostri due personaggi e si può dire che si completano a vicenda. Liz è la nostra ragazza timida, dedita al college, con una madre che preferisce la sorellina a lei, ma non per colpa delle due ragazze, e piena di insicurezze, come ogni altra ragazza a questo mondo. Qualunque normale ragazza potrebbe pensare che Jack non sia attratto da lei. E’ come se un giorno David Gandy volesse me. Penserei che o è cieco o è ubriaco o sono su “Scherzi a parte”, ovvio!

Jack è il contrario. E’ sicuro di sé, non nasconde la sua immagine alle persone, tanto da farsi trovare nudo davanti a Liz senza neanche un problema, ma nasconde bene le sue emozioni e i suoi sentimenti, anche se lo spettacolo lo sta portando a mostrarsi e a conoscersi sempre di più.

E’ grazie a questo spettacolo, “Lezioni di seduzione” appunto, che i due si trovano a conoscersi in ogni loro aspetto. Alla fine Liz avrà Lezioni di seduzione da Jack, ma Jack avrà lezioni di amore da Liz.

Non è una storia d’amore facile. Entrambi hanno famiglie abbastanza problematiche, ma non eccessivamente invadenti nella storia. Entrambi hanno i loro trascorsi, i loro caratteri, i loro segreti e la loro testardaggine. E’ proprio quest’ultima a mettere i due sempre in contrasto e a dura prova. Nessuno dei due cede. Sarà Liz a cedere un pochino, ma Jack si ritirerà. E’ una ritirata giusta che solo alla fine della storia capiremo il perché e perché era necessaria. I due sono come l’assetato e l’acqua. Io e la pizza. La Marvel e i supereroi. Non possono fare a meno l’uno dell’altra perché si ritroveranno sempre insieme, complice questo spettacolo e quel pazzo professore che li ha scelti.

I personaggi di contorno danno il giusto ritmo alla storia. Da Jessica, la migliore amica di Liz, che la conosce meglio di chiunque altro, fino a Rick, che mostra a Liz chi è veramente Jack. Da Kristen, ecco a lei avrei urlato “hai rotto le palle! Prendi del Lexotan e stai zitta!”, a Daniel, Re della Friendzone più che meritata.

E’ un libro completo. Da un lessico semplice e scorrevole, a una storia che non ha inceppamenti. Scorre senza problemi e che è in grado di scandire i momenti di recitazione e quelli della realtà. Forse sarebbe stato un problema nella scrittura il fatto di saper distinguere quando c’era la realtà e quando c’era la recitazione, ma Chiara è stata abile nel distinguere entrambi i momenti, senza mai creare confusione nel lettore. Diciamo che la confusione l’aveva solo Liz a volte, ma sapeva riprendersi e distinguere la realtà dalla finzione.

E’ un libro che merita di essere letto perché ti trasporta in una storia diversa dai soliti romance a cui siamo abituati. E’ leggero e semplice, ma non nel senso negativo. E’ leggero e semplice perché i personaggi non sono troppo presi dalle loro paturnie, dai loro film mentali inesistenti. Molte volte è quello che si incappa in libri romance ed è quello che non mi piace molto. Liz e Jack, anche se con le loro insicurezze, con le loro incomprensioni, vivono la loro storia, si lasciano andare alle loro emozioni e sensazioni.  E’ questo che è più giusto fare. Abbandonarsi alle emozioni, alle sensazioni, senza pentirsi di averlo fatto. E’ questo che reputo semplice in una storia. Viviamo in un mondo dove ci complichiamo le cose semplici e semplifichiamo le cose difficili. Diamo importanza a quello che è davvero importante e non al resto. Ci facciamo troppi problemi e Liz e Jack ci mostrano di non stare nemmeno lì a pensarci troppo. Loro vivono.

Ve lo consiglio. Conoscete un’amica patita di romance? Consigliateglielo, regalateglielo. E’ uno di quei libri che vanno letti senza pensarci due volte. L’ho letto nel momento giusto, proprio quando lo avrei goduto di più e così è stato.

Cosa aspettate? Andate a leggerlo! Su!

 

VOTO 5/5

Annunci

2 thoughts on ““Lezioni di Seduzione” di ( @fallsofarc ) Chiara Venturelli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...