Libri

“Killer Instinct” di S.E. Green ( @SEGreenAuthor )

Autore: Shannon Green9788804652243-killer-instinct-1_copertina_piatta_fo

Genere: Thriller

Casa Editrice: Mondadori

DISPONIBILE IN EBOOK E IN CARTACEO

Trama:

“Io studio i serial killer. Sono solitari. Ossessivi compulsivi. Persone prive di empatia che hanno fantasie di violenza. Sono intelligenti, a volte sopra la media, e danno l’impressione di essere assolutamente normali. La cosa interessante è che io rientro perfettamente in questo profilo. Ho delle pulsioni brutali. E pianifico modi per punire con la violenza coloro che compiono un torto. La natura che si contrappone all’educazione. L’ho studiato, cosa credete? Ma io ho dei genitori a modo, educati e con un corredo genetico nella norma. Quindi nel mio caso la questione è un’altra. Solo che non ho la più pallida idea di quale sia. Non so perché sono quello che sono, perché penso in questa maniera e perché faccio le cose che faccio. Quello che so però è che sono diversa. Lo sono sempre stata.” Così si descrive Lane, la protagonista di Killer Instinct. Una Dexter teenage alle prese con un serial killer che rapisce una professoressa per restituirla a pezzi.

 

VOTO: 3.5 / 5

 

Premetto che non sono una fan dei thriller e che ci sto il più lontano possibile, ma questo mi ha catturato sia per la copertina che per la trama.

Lane è un’adolescente alle prese con un lato di sé che tiene piuttosto nascosto a chiunque, dalla famiglia agli amici. Un’amica sa questa caratteristica di Lane, ma Lane stessa tenta di attenuare questo suo interesse per i Serial Killer anche davanti alla sua migliore amica.

La madre di Lane è a capo della divisione dell’FBI che si occupa di serial killer, un po’ come la serie tv “Criminal Minds”.

Ora in città c’è un nuovo serial killer che interessa a Lane, lei vuole sapere di tutto su di lui. Tenta di irrompere nel computer della madre, di ascoltare le sue conversazioni, chiede alla sua migliore amica genio del computer di ricavare informazioni. Fa di tutto, insomma. Nel frattempo, Lane si diletta nel punire i colpevoli di crimini lasciati in circolazione. Dallo stupratore lasciato in circolazione, al ragazzo che compie crudeltà sugli animali fino ad un padre ritenuto da lei il colpevole dell’incendio della sua casa. Per quest’ultimo caso, Lane sbaglia. Non è lui il colpevole.

Durante la sua indagine sul serial killer, Lane si trova a scoprire cose sul suo vero padre e sul suo passato che nessuno potrebbe mai immaginarsi e sono scoperte poste nei punti giusti che rendono questo un bel libro.

La storia è ben strutturata e complessa. Abbiamo Lane che combatte con questo suo lato, questa sua morbosa curiosità in tutti questi casi di omicidio, e abbiamo una Lane dolce e amorevole con il fratellino e i cani del rifugio veterinario in cui lavora.

Lane ha un lato abbastanza aggressivo, lo si vede con l’ex ragazza dell’unico ragazzo che si è interessato a lei. C’è anche da dire che quella ragazza si meritava una lezione, ma in modo meno violento, magari, e lui è proprio un pesce lesso, o fesso.

E’ un thriller con pochi momenti di stupore, ma sono ben posizionati nella storia e che colpiscono molto forte. Dal serial killer che la contatta alla rivelazione di chi è il serial killer. Ricordate. Mai è quello che sembra. Alcune volte è giusto sospettare del maggiordomo, ma a volte è proprio quel personaggio che meno te lo aspetti.

Non essendo io fan dei thriller e, quindi, non ho una vasta conoscenza del genere, è un thriller adatto a chi non li legge mai. Un thriller “leggero”, non alla Stephen King. Un thriller che ti permette di avvicinarti al genere senza avere l’ansia o una paura tremenda di cosa si scopre dietro la porta. Certo, si parla di arti amputati, ma le descrizioni sono minime e tali da non farti venire la nausea.

La pecca, però ,è la fine. Mi è piaciuta perchè un colpo di scena del genere non me lo sarei mai aspettato, ma è stata troppo veloce. Avrei preferito un ampliamento della scena, una descrizione maggiore o una spiegazione da parte del killer più succosa. Il libro è veloce da leggere e alcune scene sono descritte bene. La fine mi è sembrata scarna, ma nel complesso è un buon libro.

Onestamente e inaspettatamente, non vedo l’ora che arrivi il seguito per sapere di più della vita di Lane ora e se seguirà quello che le ha chiesto il serial killer, cioè di continuare il suo lavoro perchè lei è la predestinata a continuare. Perchè è la predestinata a continuare la sua opera? Beh, dovete leggere il libro, no?

 

10857717_773784346004342_3966785280873999954_n

 

 

 

 

 

Letto per il punto 10 – Un mistery o un thriller

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...