Libri

“Violet” di @JessicaBrody edito da @fanuccieditore

Autore: Jessica Brody24517047

Genere: YA, Science Fiction, Romance

Casa Editrice: Fannucci Editore

DISPONIBILE IN CARTACEO ED EBOOK

Trama:

Quando il volo 121 della Freedom Airlines precipita nell’oceano Pacifico, nessuno si aspetta che ci siano dei superstiti. Così, la notizia di una ragazza ritrovata a galleggiare tra i rottami dell’aereo, praticamente illesa, fa il giro del mondo. Nessuno sa spiegarsi come possa essere sopravvissuta… tantomeno lei. La sua mente è una tabula rasa: non ricorda il proprio nome né nessun avvenimento della sua vita, e non sa spiegare cosa ci facesse su quel volo. Le sue impronte digitali e il suo DNA non si trovano in alcun database, nessuno ha denunciato la sua scomparsa.

Intrappolata in un mondo che non riconosce, con delle abilità che non è in grado di comprendere e ossessionata da una minaccia che è solo un’eco nella sua testa, la ragazza misteriosa si sforza di rimettere insieme i pezzi del proprio passato e scoprire chi è veramente. Ma a ogni indizio seguono nuove domande, e lei non ha abbastanza tempo per trovare le risposte. La sua unica speranza è un ragazzo affascinante, che sostiene di conoscerla da prima dell’incidente e di averla aiutata a fuggire da un esperimento top secret. Ma lei di chi può fidarsi davvero?

Un romanzo emozionante, ambientato in un mondo in cui la scienza non conosce limiti, i ricordi sono manipolati, ma il vero amore non può essere mai dimenticato.

VOTO: 3,5/5

 

Inizio dicendo che, sfortunatamente, ho scoperto troppo tardi che Jessica Brody fosse al Salone Internazionale del Libro di Torino se no sarei andata a farmi autografare la mia copia cartacea. Mannaggia!

Detto questo, passo alla recensione.

Quando ho visto questo libro, la copertina mi ha colpito moltissimo, di conseguenza, ho letto la trama e ho pensato che dovevo avere questo libro.

Devo dire un’altra cosa. Come trama, la parte sul disastro aereo e che lei è l’unica che si salva, mi ha ricordato “Soulmates” di Aprilynne Pike. Pensavo di ritrovarmi a leggere un libro simile, ma ne ho trovato uno completamente diverso e, secondo me, molto più carino.

Violet è l’unica sopravvissuta ad un incidente aereo e sembra strano anche perchè il suo nome, o i suoi dati, non risultano alla compagnia aerea. Senza la memoria, Violet si ritrova a rimettere insieme la sua vita, mentre vive con una famiglia affidataria. Qui incontra Cody, un ragazzino tredicenne simpatico, secchione e con una madre che svela i suoi segreti.

Violet non rimane troppo tranquilla perchè compare Zen. Ma chi è Zen? Zen è arrivato a salvare Violet, peccato che lei non ricordi nulla di lui, perchè lui le dice che è in pericolo e deve scappare.

Non sapremo il perchè e come mai Violet fosse in mezzo al disastro aereo fino a metà libro e non sapremo chi è e cos’è la Diotech.

Da metà libro in poi, la matassa di dubbi e domande inizia a sciogliersi. Scopriamo che Violet non si chiama Violet, ma Seraphina (nome stupendo), chi è Zen, chi è Rio, chi è Alixter, cos’è la Diotech.

Un libro che piano piano, pagina dopo pagina, ha catturato la mia attenzione e ha fatto nascere in me domande che bisognava risolvere. E’ una lettura, semplice, divertente e rilassante.

Violet/Sera è la nostra supereroina, chiamiamola così. Presenta una forza e una velocità che non appartiene a nessun essere umano. Allora chi è lei? Non posso dirvelo o vi spoilero il libro e non mi sembra il caso.

E’ una storia ben costruita. Da un alto abbiamo la smemorata e nostra eroina Violet, con il suo principe azzurro Zen, che si prodiga per aiutarla, ma lei continua a finire nei guai. C’è anche Cody, la sua spalla e il suo contatto con il mondo attuale, e c’è Rio, “padre” di Violet, che prova in tutti i modi ad aiutarla, ma Zen glielo impedisce perchè non crede in lui.

Dall’altra parte abbiamo Alixter, il cattivo della situazione che, non so perchè, l’ho immaginato come Simon Baker, forse per le sue movenze, padrone della Diotech.

La storia scorre veloce e senza intoppi e ci lascia con un finale aperto.

Lo leggi volentieri per poter capire bene cos’è successo a Violet, perchè ha detto “1609” appena salvata, cosa rappresenta quel particolare medaglione e cosa è quell’incisione “S+Z = 1609”, oltre a tutte le altre domande su Violet dette prima.

Lo consiglio perchè è una lettura leggera, per passare il tempo. E’ capace di catturare l’attenzione sin dall’inizio e crearti quesiti in ogni pagina.

Spero che Fanucci Editore pubblicherà i seguiti con copertine altrettanto accattivanti come questa.

 

Una cosa. Se avete letto “Soulmates” di Aprilynne Pike e, come me, ne siete rimasti perplessi o per niente convinti, questo vi convincerà molto di più.

Si, c’è la storia d’amore tra Sera/Violet e Zen, ma c’è anche questo mistero su chi sia lei che non ti permette di lasciare il libro. Non ci sono partenti che ti tengono in ostaggio perchè sei un essere speciale, ma Violet deve salvarsi in ogni modo e vuole salvare Zen, perchè lei sa di amarlo. E’ una storia diversa e Cody è l’elemento divertente dell’intera storia. Beh, non diamo l’intero merito a Cody per la sua simpatia perchè Violet sa essere simpatica, visto le risposte che da a Cody.

Leggetelo! Spero di essere stata in grado di dirvi quanto era bello e, mentre leggerò altri libri, attenderò l’annuncio della pubblicazione dei seguiti anche qui in Italia.

 

10857717_773784346004342_3966785280873999954_n

 

Letto per il punto 44- “Un libro che era originariamente scritto in una lingua diversa”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...