Libri

‘The Butler’ di Wil Haygood. Edito da @NewtonCompton

Autore: Will Haygood978-88-541-6259-4

Casa Editrice: Newton Compton

DISPONIBILE IN CARTACEO ED EBOOK

Trama:

Nel 2008, alla vigilia delle epiche elezioni che avrebbero portato Barack Obama alla Casa Bianca, Wil Haygood pensò di celebrare quel momento grazie a un testimone privilegiato, qualcuno che avesse vissuto in prima persona gli ultimi cinquant’anni di storia americana.
Si mise così sulle tracce di Eugene Allen, il maggiordomo che aveva lavorato alla Casa Bianca dal 1952 al 1986. Dopo decine e decine di telefonate e lunghe ricerche, finalmente il giornalista ottenne l’indirizzo di Allen. Era ancora vivo. Aveva quasi novant’anni e viveva con la moglie Helene in un modesto e decoroso quartiere di Washington. Haygood ebbe quindi modo di intervistare Allen, il maggiordomo che conosceva la vita privata di ben otto presidenti degli Stati Uniti, da Harry Truman a Ronald Reagan. In seguito il giornalista scrisse in proposito un lungo articolo sul «Washington Post» che ebbe enorme risonanza. Così è nato il libro The Butler, che racconta la vita straordinaria di Eugene Allen e svela tutti i segreti che le mura della Casa Bianca hanno protetto per decenni.

 

VOTO: 2 su 5

 

Dirvi che è stata una delusione è dire troppo. Non è stato quel libro che mi aspettavo. Mi aspettavo un libro incentrato sulla storia di Eugene Allen, il maggiordomo di colore che ha lavorato per la casa più famosa del mondo. E invece? No.

Mi ritengo fortunata di non averlo comprato in cartaceo e di aver preso l’ebook scontato o ora sarei qui a mangiarmi le mani.

Dell’intero ebook, solo il 48% è dedicato a Eugene Allen. Il resto è dedicato alla produzione del film e agli avvenimenti più importanti della storia dei neri. Parla degli attori neri, di come è iniziata la produzione di film con attori neri, di come è stata grande la produzione di ‘The Butler’, del cast e dei problemi di budget per produrlo.

In quel 48% del libro c’è poco. Eugene non può parlare di quello che succedeva alla Casa Bianca. E’ ovvio, è la casa più famosa e più guardata del mondo.

La storia inizia qualche giorno prima delle elezioni di Barack Obama nel 2008. A Wil Haygood viene chiesto di scrivere di questo famoso maggiordomo che ha lavorato più di tutti alla Casa Bianca e che ha lavorato con più Presidenti. Si mette alla ricerca di questo famoso uomo e lo trova. Vive a Washington ed è pronto a raccontare un pò della sua vita.

Eugene è un grande uomo. Molto riservato di natura, tanto da renderlo uno dei più affidabili maggiordomi per la casa più importante al mondo. Casa sua non era un museo di tutti quegli anni in cui è stato maggiordomo. E’ una casa normale che condivide con la moglie. Certo, il seminterrato è pieno di foto con Presidenti, con personaggi di spicco, ma è una stanza della casa, non è la casa intera che testimonia il suo passato.

Eugene e sua moglie Helene sono una coppia stupenda. Come i vicini, anche lei è curiosa si sapere cosa succede alla Casa Bianca, ma non si può estorcere neanche una parola a Eugene. Helene è una moglie che supporta il marito in tutto.

Eugene si trova a vivere in due scarpe. Da un alto, tutte le discriminazioni razziali del passato e le rivolte, da un lato si trova a stretto contatto con i Presidenti che si trovano a tentare di risolverle. Vive tutto in prima linea senza mai battere ciglio. E’ un uomo di ferro. Era un uomo di ferro. Affidabile, adorato dai Presidenti, dai suoi colleghi, collaboratori e da chiunque lo conoscesse.

Quando muore la moglie, la notte dopo l’intervista, Eugene si trova spaesato, ma non lo da molto a vedere. Va a votare per Obama, celebra Obama e diventa famoso per l’articolo di Wil. Da quel momento, arrivano lettere su lettere per comunicare con lui, per fargli le condoglianze e per congratularsi con lui.

Eugene, con un solo articolo nel momento giusto, era diventato l’uomo del momento. L’uomo della storia della casa di 1600 Pennsylvania Avenue.

Eugene muore il 31 marzo 2010. E’ riuscito a vedere uno degli avvenimenti più importanti per la storia americana e del mondo. Un Presidente di colore e poterlo anche votare.

Su Goodreads ho scritto ‘Sono riuscita a commuovermi’. La parte che mi ha commosso è stata la scena del funerale. Pensare a tutte le persone presenti. Politici, chiunque conoscesse Eugene e anche una schiera di agenti dei Servizi Segreti che avevano l’onore di averlo conosciuto. Obama non c’era, ma vi riporto un pezzo del libro:

Come accennato dal presidente Obama, era la più classica delle storie americane: un giovane fuggito da una piantagione del Sub che a poco a poco si era fatto strada fin nella capitale della nazione, aveva assistito ai tumulti e alla gloria di avvenimenti storici da una posizione unica, vissuto a cavallo di due secoli lavorando per otto presidenti. Ed era stato testimone di un evento un tempo inimmaginabile: il giuramento di un presidente nero. Non solo

E’ un libro bello, ma non è la storia di Eugene Allen.

E’ tutto basato sul film che doveva uscire o che era uscito. C’entra ben poco con la storia di Eugene.

Ok, che è nato da un articolo del 2008, ma poteva essere scritto meglio Wil Haygood è un giornalista, perchè non è riuscito a sviluppare un libro migliore? Mi sento di dire che questo libro sia nato più come propaganda per il film che non per la vera storia di Eugene. Di Eugene non si sa nulla. Il film penso sia stato strutturato molto meglio, anche se con qualche cambio della storia. Helene, moglie di Eugene, muore nella notte mentre dorme. Nel film vediamo che muore a colazione. Differenza minima e che non cambia molto la nostra vita.

Non si può nemmeno definire un libro e nemmeno un’autobiografia. Non parla di Eugene, di cosa ha passato, di come viveva e del suo lavoro. Non sappiamo nulla.

Ci sono rimasta male. Volevo conoscere di più Eugene. Mi sa che per una volta guarderò il film perchè penso abbia battuto il libro.

 

10857717_773784346004342_3966785280873999954_n

Letto per il punto 26- Un libro di memorie

Annunci

1 thought on “‘The Butler’ di Wil Haygood. Edito da @NewtonCompton”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...